A Natale rilassatevi, tra spa e terme

0 commenti
Rate this post

Fuori fa freddo, la colonnina di mercurio tocca temperatura che rasentano lo zero e in alcuni luoghi che sono ben sotto questa soglia, cosa c’è di più favoloso di immergersi in acque bollenti? Di farsi una sauna calda o un bagno turco? O semplicemente di lasciarsi massaggiare? Assolutamente niente. Ecco che a Natale fatevi un regalo, prenotatevi una sessione termale in una spa, organizzatevi un massaggio, rilassatevi in una piscina con acque allo zolfo. Insomma, coccolatevi.

Un Natale all’insegna del benessere è la soluzione migliore per chiunque abbia bisogno di staccare la spina, di ritrovare energie e di ricaricarsi dopo mesi di duro lavoro.

Tantissimi sono gli hotel disseminati in tutto lo Stivale o nei Paesi adiacenti che offrono centri benessere all’ultimo grido, Beauty Farm che vantano soggiorni romantici (da trascorrere a tu per tu con il vostro partner) o semplicemente soggiorni rilassanti da condividere con amici o familiari. E’ un’idea perfetta, da pensare e organizzare ora, per i primi giorni di gennaio, giusto prima di ricominciare il via vai dall’ufficio. Se avete qualche giorno a vostra disposizione tanto meglio, potrete coniugare un viaggetto con l’idea di una spa. A Liegi, in Belgio, per esempio, pullulano gli hotel che offrono servizi benessere.

Se invece non volete optare per una spa al chiuso, scegliete una delle tante acque termali all’aperto e con ingresso libero che si trovano nel Bel Paese. Tra tutte spiccano quelle toscane, che giacciono in una terra sulfurea ricca di sorgenti naturali che rigenerano corpo e spirito. A Saturnia potrete lasciarvi coccolare delle Cascate del Mulino. Vicino a Siena ci sono le terme di Petriolo, con le acque che toccano i 42 gradi. Sempre in zona, inoltre, si trova Cagno Vignoni con la bella piscina rettangolare situata nel Parco dei Mulini dove è possibile immergersi liberamente. Potrete alloggiare nei dintorni di Siena e godere così di un viaggetto emozionante e assolutamente rilassante.

Scrivi il tuo commento
Tags: ...