La nostra Crociera MSC in Nord Europa

La mia esperiza: opinioni e consigli pratici

0 commenti
5/5 - (12 votes)

E così la nostra Crociera in Nord Europa con MSC Poesia è terminata. Peccato, ormai ci eravamo quasi abituati alla modalità vacanza! Intanto ho pensato di scrivere qualcosa che tornerà sicuramente utile a chi deve ancora partire, agli indecisi (e – perché no? – anche a quelli che sono capitati qui per caso curiosando, pagina internet dopo pagina internet), cercando di essere il più obiettivo possibile.

Il viaggio è durato ben quindici giorni. Io, mia moglie e il piccolo diavoletto di tre anni siamo partiti e rientrati da Warnemunde in Germania, visitando poi città come Bergen, Molde, Hellesylt, Copenaghen, Stoccolma, Tallinn, e San Pietroburgo. Abbiamo scelto una Crociera Combo, cioè unendo 2 Crociere in 1: Fiordi Norvegesi e Capitali Baltiche.

Crociere MSC in Nord Europa

Crociere MSC in Nord Europa

 

Ognuno di noi ha avuto il “momento preferito del viaggio” in diverse città. Il piccolo della famiglia ha dato la sua preferenza assoluta a Warnemunde perché “era piena di barche”, io sono rimasto piacevolmente sorpreso da Molde, con una quiete persa nella natura e un’atmosfera davvero unica. Mia moglie invece è rimasta sul classico portandosi San Pietroburgo e il suo Ermitage.

Ermitage

Ermitage

 

ESCURSIONI:

Tutte molto belle, ve ne racconto qualcuna, (vi consiglio vivamente di acquistare prima le escursioni, se comprate a bordo costano il 20% in piú)

Flam: Norwegian Waterfalls & dramatic scenery by train – Dura tutto il giorno e fa un giro completo dal fiordo di Flaam a Gudvangen, dalla cittá di Voss a molteplici cascate, pranzo tipico ottimo in un ristorante/hotel d’epoca a Voss e ritorno con 2 treni di cui 1 d’epoca. Guida turistica in ITALIANO locale molto brava.

Geiranger: Kayaking on Geiranger Fjord – Escursione pomeridiana quindi si ha tempo di fare un giro al mattino in maniera indipendente. Kayak ben organizzato e briefing completo.

Abbiamo fatto anche escursioni indipendenti: Alesund ha un porto piccolo e la nave attracca praticamente in centro cittá dove si viene accolti da bus hop-on hop-off, trenino o bus locali a pochi metri. Si gira la cittá e si arriva al punto panoramico a piedi.  Copenagen invece ha un terminal crociere molto lontano dal centro, le opzioni sono taxi/bus locale o navetta MSC a 12.99€a/r a persona per il centro.

Fiordo di Geiranger

Fiordo di Geiranger

CHECK-IN NAVE:

Il check-in in nave è stato piuttosto scorrevole. Comodo anche il fatto che le cabine sono aperte e non è necessario presentarsi in reception al momento dell’imbarco. A proposito di reception, piccolo appunto: il personale non parlava molto bene l’italiano e il mio inglese semi improvvisato è stato forse più utile nelle quattro o cinque occasioni in cui abbiamo avuto bisogno di maggiori informazioni per il bambino. Ad ogni modo il livello generale del personale ci è piaciuto perché si è rivelato gentile e sempre pronto ad assisterci con un occhio di riguardo alle necessità del bambino. La nostra cabina era una semplice standard in cui abbiamo richiesto letto matrimoniale e una culla. Va detto però che una volta considerato lo spazio occupato dai bagagli (due valigie grandi, trolley e borsone per il pupo) e il passeggino, quel che rimane per “vivere” la cabina è davvero pochino.

 

PASTI E BEVANDE:

Per quanto riguarda i pasti siamo rimasti soddisfatti. La cena è suddivisa in due turni, uno alle 18.30 e l’altro alle 20.45. Scelto ovviamente il secondo per evitare di avere nuovamente fame alle 11, e perché così ci siamo potuti concentrare meglio sulla pappa del pupo. Attenzione, causa imprevisti col bambino abbiamo mancato due volte l’intervallo di un quarto d’ora in cui poter accedere al ristorante e siamo dovuti andare al buffet. Si mangia bene lo stesso, ma occhio alla puntualità. Il ristorante offre ampia scelta per chi è vegan o vegetariano. Buona anche la colazione con dispenser gratuiti di acqua, tè, latte, caffè e succhi di frutta. Consigliamo, comunque, vivamente di acquistare il pacchetto bevande.

Menu Bevande

Menu Bevande

L’animazione fa il suo dovere e allieta la serata in modo intelligente. In tre occasioni la combinazione di musica e aria condizionata un po’ troppo sregolate ci ha fatto levare le tende prima del previsto, data anche la manifesta perdita di pazienza del bambino, ma siamo andati a fare una passeggiata sul ponte ed è passato anche il pianto.

A parte questi lati negativi, sicuramente messi in evidenza dal fatto di viaggiare con un bambino piccolo piuttosto che come coppia libera e spensierata, la nostra crociera MSC in Nord Europa è stata comunque estremamente piacevole e non vediamo l’ora di ripartire!

Scrivi il tuo commento

0 Commentaires

Qu'en pensez-vous?