Il Salento e co.: la top 10 dei territori italiani

0 commenti
Rate this post

E’ il Salento il territorio dell’anno. Il 2014 vede ancora una volta questa meraviglia del tacco d’Italia svettare in cima alla lista dei luoghi più accoglienti e più belli del Bel Paese. A stabilirlo è Italia Touristica, in occasione dell’edizione 2014 della Borsa Internazionale del turismo. L’indagine ha preso in considerazione diversi aspetti, dal mare all’ospitalità, dall’enogastronomia agli spunti culturali, senza dimenticare l’impronta barocca e la solidità delle tradizioni. Ebbene, gli oltre 48mila intervistati non hanno avuto dubbi: la zona pugliese del Salento, con le sue spiagge incontaminate e i luoghi paradisiaci, è senza dubbio una meta da sogno. Eppure non è l’unica: il distacco con la seconda posizione non è infatti estremo. Medaglia d’argento spetta al Chianti, area toscana dove vino, vigneti, pace e natura la fanno da padrone. Altrettanto magnifica la posizione numero tre, ovvero le Cinque Terre che con i loro terrazzamenti e i vicoli intricati lasciano davvero mozzafiato.

Ma se queste tre destinazioni sono più o meno scontate (la loro bellezza è infatti indiscussa) più originali sono i territori che occupano, nella classifica stilata, la posizione numero 4 e 5, ovvero il Perugino e il Cadore. La zona di Perugia svetta per la sua storia e per i suoi incredibili borghi, mentre la zona montagnosa della provincia veneta di Belluno ha saputo conquistare i viaggiatori grazie ad un mix esplosivo, fatto di trekking, sci, scenari innevati e ovviamente canederli a volontà.

L’Italia è una terra magica e preziosa, e le ultime cinque destinazioni vincitrici lo dimostrano. In sesta posizione c’è la Costiera Amalfitana che sebbene abbia perso tre posizioni rispetto allo scorso anno conserva il suo indubbio fascino. Seguono Gallura (Sardegna) e Versilia (Toscana), mete ideali per le vacanze estive. Chiudono la Top 10 l’indimenticato Cilento (Campania) e lo sperone d’Italia, il Gargano (Puglia), con il suo rinomatissimo Parco Nazionale.

Scrivi il tuo commento
Tags: ...