Il folclore del Natale

0 commenti
Rate this post

Se è vero che il Natale unisce tutto il mondo, è oltremodo vero che l’atmosfera di festa di questo periodo è diversa da Paese a Paese. Il Natale è una festa religiosa ma al tempo stesso folcloristica che assume valenza e significato diverso a seconda di dove lo si festeggia. E che, in alcuni casi, cade addirittura in giorni diversi. La famosa “notte dei regali” tanto attesa dai bambini di ogni parte del globo è normalmente datata il 24 dicembre, alla Vigilia del Natale. Eppure nel Paese dei tulipani e dei canali, in Olanda, Babbo Natale con le sue renne e i tanti doni arriva prima. Il Babbo Natale olandese, infatti, è San Nicola (nella foto, credit Holland.com), il santo protettore dei bambini, che li delizia di regali e dolci nella notte tra il 5 e il 6 dicembre. San Nicola è la figura originaria alla base della mitologia del Babbo Natale Americano. La festa olandese è infatti Sinterklass, da cui è derivato poi il nome di Santa Claus. La tradizione vuole che San Nicola viaggi sempre con un grande libro sotto braccio: è il libro dove sono elencati i nomi di tutti i bambini, accompagnati da un commento a indicare se nell’anno passato sono stati buoni o cattivi.

Il folclore del Nord Europa (e in particolare di Svezia, Norvegia, Finlandia e Danimarca) esplode il 13 dicembre, nel giorno di Santa Lucia. E’ una festa molto sentita, che si accompagna da grandi cenoni e da un rituale: la figlia maggiore di ogni famiglia si veste da piccola Santa Lucia, indossa una tunica bianca e una cintura rossa e (in una sorta di rivisitazione di Halloween) bussa per le porte della via offrendo dolci, pasticcini e sorrisi.

Se c’è chi anticipa il 24 dicembre, c’è anche chi lo pospone: è il caso della Russia che, adottando il calendario giuliano, festeggia il Natale nel nostro 6 gennaio. E’ in quella notte che i bambini ricevono i tanto attesi doni, consegnati niente meno che da Nonno Gelo (Ded Moroz) e dalla nonna, versione russa della nostra Befana (oBabucka).

Ma poco contano il giorno, il Paese e le usanze, ciò che è davvero importante è l’atmosfera e quella è magica dappertutto. Ovunque decidiate di viaggiare durante le festività potrete toccarla con mano, assaporarla, viverla.

Scrivi il tuo commento
Tags: ...