Alla scoperta dei luoghi sacri più belli al mondo

Vivi la spiritualità di templi, moschee e cattedrali spettacolari

0 commenti
Rate this post

Un turista appassionato non intraprende il suo viaggio solo per vedere qualcosa, ma anche e soprattutto per provare determinate esperienze e immergersi nella cultura dei luoghi che visita. La religione è parte integrante della cultura dei luoghi visitati, ed è grazie ad essa che possiamo offrirvi una lista di mete sacre tutte da scoprire. Templi, moschee e cattedrali di straordinaria bellezza. A prescindere dalla vostra religione o da ciò in cui credete, siamo certi che vi lascerete incantare dall’atmosfera e dal misticismo che circondano i luoghi sacri; e speriamo che vi uniate ai credenti del posto durante i loro rituali… non si può mai sapere quale divinità esaudirà i vostri desideri!

Angkor Wat (Siem Reap – Cambogia): si tratta del maggior tempio induista in tutto il complesso di templi costruiti nella zona di Angkor. Nel 1992 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità e, da allora la sua fama è andata crescendo, anche grazie al fatto che si può percorrere liberamente tutto il tempio. I momenti migliori per le fotografie sono all’alba o al tramonto, dato che la luce si riflette su tutti gli edifici creando effetti spettacolari.

Angkor Wat

Angkor Wat

Cattedrale di San Basilio (Mosca, Russia): icona della religione ortodossa, è anche uno dei templi più colorati del mondo, e ospita ben nove chiese dedicate ad altrettanti santi. In principio indipendenti, tra le chiese venne successivamente costruita una torre per unirle tutte. E per i nostalgici… si tratta anche dell’immagine iniziale del Tetris.

Pagoda Shwedagon (Rangoon, Myanmar): uno dei siti più sacri del buddismo. Vanta una cupola adorna d’oro, diamanti e rubini donati dal popolo birmano. La tradizione impone di bagnare con l’acqua il Budda per un numero di volte pari alla propria età. Racconta la leggenda che due fratelli conobbero Budda durante un viaggio, ritornando con 8 PELS che sistemarono insieme ad altre reliquie del Budda stesso. Ciò produsse una formidabile quantità di miracoli, e i due fratelli decisero quindi di costruire il tempio. Per chi voglia visitarlo sono in vigore delle rigide norme.

Pagoda Shwedagon

Pagoda Shwedagon

Tempio del cielo (Pechino, Cina): un complesso di edifici noto anche come Tian, edificato dalla dinastia Ming. Questo luogo sacro rappresentava l’unione del cielo e della terra, costituendo anche il luogo in cui si pregava per propiziare un buon raccolto. Fu dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1998. Tra i vari pregi della struttura spiccano i tetti in tegole azzurro scuro, che simboleggiano il cielo, nonché una struttura circolare in legno dipinto, alta tre piani e costruita senza usare nemmeno un chiodo.

Moschea Azzurra (Istanbul, Turchia): una delle moschee più conosciute del mondo e icona islamica. La sua silhouette è molto facile da riconoscere, con sei minareti e una cupola alta 43 metri. L’esterno è abbellito da più di 20.000 piastrelle di Iznik con toni azzurrati (da qui il nome della moschea). Norme da seguire: si entra scalzi e, per le donne, a capo coperto.

Moschea Azzurra

Moschea Azzurra

Nido della Tigre (Himalaya, Bhutan): arroccato su un roccione a 1000 metri sulla sacra valle di Paro, è un complesso di edifici per monaci buddisti himalayani destinato alla preghiera e alla meditazione. Si compone di monastero, tempio e grotte. Per quanto sia difficoltoso arrivarci (a piedi o in mulo sono le uniche due strade percorribili), è sicuramente una fatica che vale la pena intraprendere.

Wat Rong Khun (Chiang Rai, Thailandia): è un tempio induista e buddista tra i più moderni, la cui costruzione è iniziata nel 1997. Presenta un esterno ricchissimo di dettagli, in cui il bianco rappresenta la purezza e i cristalli la saggezza del Budda. Per giungere alla zona centrale bisogna attraversare un ponte con figure che simboleggiano la sofferenza terrena. All’interno i disegni sono ornati da decorazioni d’oro, e potrete scoprire murales di Batman, Superman, Doraemon o perfino Matrix!

Wat Rong Khun

Wat Rong Khun

Scrivi il tuo commento

0 Commentaires

Qu'en pensez-vous?