Milano, patria del buon vino e della buona cucina

0 commenti
Rate this post

Dai migliori vini italiani e internazionali alle chicche culinarie preparate da chef di fama mondiale. Se siete amanti della buona cucina e validi sostenitori del dio Bacco, questo weekend Milano si trasformerà nella città per voi. Merito del Milano Food&Wine Festival, che ritorna dopo il successo della scorsa edizione. Una tre giorni (dal 9 all’11 febbraio) dove le uniche parole chiave saranno due: bere e mangiare. O meglio, bere bene e mangiare ancora meglio.

Gli appassionati di vino potranno contare su un immenso spazio a disposizione, all’incirca 1400 metri quadrati, destinati a ospitare una selezione di circa 400 vini scelti tra 100 cantine italiane e 25 straniere, selezionate niente meno che da Helmuth Kocher, Presidente e Fondatore del Merano Wine Festival: basterà acquistare il biglietto giornaliero per potere accedere alle degustazioni free che vi permetteranno di passare la giornata sorseggiando vini di qualità. Ma non solo.

Una grande cucina a vista sarà la location per la sezione food che si concretizzerà in un menù di golosità e tapas all’italiana firmate da oltre venti grandi chef e pastry-chef riconosciuti. Tutto il programma gastronomico, del resto, vanta un “regista” d’eccezione: il dietro le quinte è organizzato dai fratelli Enrico e Roberto Cerea, patron del ristorante bergamasco Da Vittorio, che conta dalla sua ben tre stelle Michelin. E dici poco.

Ma le novità di questa seconda edizione non sono finite qui: a rendere ancora più goloso il Festival ci pensano i 25 artigiani del gusto che si esibiranno a suon di piccoli prodotti originali da gustare e acquistare. Come se tutto questo non fosse già di per sé invitante, va ricordato che sarà presente un buffet di dolci (offerto dal duo Cerea) e un ricco carrello di formaggi e salumi da gustare insieme ai vini in assaggio.

Milano, terra della moda e dell’arte, per un weekend, si trasforma nella patria del vino e della buona cucina, che sono due delle essenze del Made in Italy. Perché perdere l’occasione?

Scrivi il tuo commento
Tags: ...