I migliori luoghi per trascorrere un autentico Halloween

Vivi le antiche tradizioni d'Irlanda, Galizia, Messico, Stati Uniti...

0 commenti
Rate this post

Dolcetto o scherzetto? Halloween, la notte delle streghe, la notte dei defunti… Ogni 31 ottobre, in molti punti del pianeta, si ripete un evento ancestrale che affonda le proprie radici nel popolo celtico (che in questo giorno celebrava la fine dell’estate). Con l’andare dei tempi quest’avvenimento iniziò ad assumere tratti religiosi: infatti anche i cristiani rendevano culto ai propri defunti il giorno prima del cosiddetto “Giorno dei santi”, mettendo una candela alla finestra per ognuno dei familiari defunti così da portare pace permanente ai loro spiriti.

Il mescolarsi di queste due tradizioni è andato evolvendosi sino al risultato odierno, conosciuto come Halloween, in cui migliaia di persone si travestono da personaggi legati alla morte e i più piccoli accumulano montagne di dolcetti bussando alle porte delle case. I film e la pubblicità hanno sicuramente contribuito al rapido diffondersi di un Halloween con costumi e marshmallow in diversi paesi del globo, che oggi celebrano quest’avvenimento come se facesse parte della propria cultura. Se siete amanti del dolcetto o scherzetto, ecco qui alcune idee per un Halloween 2019 al meglio.

Londonderry (Irlanda): i Celti hanno dato inizio alla tradizione, e in questa città irlandese continuano a celebrarla da tempi antichissimi. Londonderry possiede l’Halloween più grande di tutta l’Irlanda, nonché uno dei più ricercati a livello europeo. Con una settimana di attività per tutti i gusti e tutti i partecipanti, potrete scegliere tra maratone cinematografiche di film dell’orrore, itinerari turistici con spavento improvviso incluso, gastronomia con piatti da urlo e qualunque tipo di festa notturna possiate reggere. Non perdetevi le favolose decorazioni delle case e dei mercatini nelle zone pubbliche.

Londonderry

Londonderry

Salem (Stati Uniti): Salem è universalmente conosciuta per i processi alle streghe del 1692, in cui 19 persone furono condannate per stregoneria. Qui le attività durano un mese e sono parte del Salem Haunted Happenings, con tour turistici per le vie decorate da migliaia di motivi “orrendi” e visite alle case stregate. La città è sede ogni anno di riunioni di streghe “moderne”, che si incontrano per condividere le proprie esperienze e le proprie credenze con chiunque voglia ascoltarle

Messico: in tutto il paese sono famose le feste e le cerimonie legate al Giorno dei morti. Al contrario di altre culture, però, qui la visita al cimitero implica fiori, cibo e decorazioni colorate per ricordare e commemorare i bei momenti passati coi defunti. La vitalità e l’allegria che si respira nei cimiteri per quest’occasione sono davvero sorprendenti. Durante la giornata, i messicani addobbano le proprie case e le strade con decorazioni vistose, creando altari con teschi e candele per onorare i propri morti. Qui i bambini portano un cestino a forma di teschio e chiedono soldi con la frase “un quinto para mi calavera” [Una moneta da cinque centesimi per il mio teschio, N.d.T.], è una roba fenomenale!

Messico

Messico

Sleepy Hollow (Stati Uniti): la leggenda del “cavaliere senza testa” è stata portata un sacco di volte al cinema, divenendo infine ciò che ha dato successo a questo paese. Si dice che la notte, a Tarrytown, appaia in groppa a un destriero lo spirito di un soldato decapitato da una cannonata e che scenda a valle uccidendo chiunque incontri sul suo cammino. Per questo motivo, ogni Halloween gli abitanti di Sleepy Hollow si radunano al cimitero per porvi migliaia di zucche decorate e le accendono per dare pace a questo spirito.

Galizia (Spagna): anche in Spagna esistono celebrazioni legate a questa giornata, ad esempio la celebrazione di Samain. In molti paesi galiziani si è recuperata la tradizione celtica in cui si onorano gli antenati delle famiglie con il cibo, si decorano le proprie abitazioni con figure grottesche e si indossano maschere e costumi di spiriti maligni per respingere e spaventare gli spiriti maligni “veri”.

Galizia

Galizia

Scrivi il tuo commento

0 Commentaires

Qu'en pensez-vous?