Scappa dal freddo: vola al caldo!

0 commenti
Rate this post

L’inverno sembra durare in eterno. Soprattutto per chi abita al nord del Bel Paese. Giornate grigie, gelate mattutine, pioggia e neve. E si estende da novembre a febbraio inoltrato, in alcuni casi anche a marzo. Quattro lunghi mesi lontano dai tepori estivi, dal mare, dal caldo. Ma a tutto questo è possibile porre rimedio, organizzando per il mese di dicembre (magari durante le vacanze di Natale) un bel viaggio ai Tropici o in qualche altro luogo caldo.

Fino a qualche anno fa i viaggi all’equatore erano considerati tabù: mete bellissime ma super costose, ideali solo per chi aveva molti soldi a disposizione. Il mercato, ora, si è reso più accessibile: i Caraibi, le Canarie, le Antille sono diventate oggi a portata di tutti, per un sogno che finalmente diventa realtà. Il modo migliore infatti per sopportare il freddo gelo invernale è quello di spezzarlo con una settimana (o anche due se ne avete la possibilità) in una delle molte destinazioni al caldo che il variopinto mercato turistico offre in questa stagione.

E allora sì a Cuba, alla Giamaica, alle Mauritius, alle Seychelles o al Messico: grandi viaggi pronti a diventare esperienze indimenticabili. Ma tra le destinazioni predilette ci sono anche le più vicine Lanzarote, Gran Canarie e Tenerife, raggiungibili a prezzi davvero economici (guardate le nostre offerte su Logitravel, davvero competitive, potrete trovare volo andata e ritorno + 7 notti a prezzi che vanno dai 250 ai 400 euro). Si tratta in tutti i casi di destinazioni che vi offriranno belle spiagge, grandi baie, nature rigogliose e mare da cartolina: il mix perfetto per chi vuole fuggire dallo stresso quotidiano.

Se invece volete essere viziati in tutto e per tutto optate per le crociere al caldo, quelle che vi porteranno alla scoperta dei migliori posti per questa stagione invernale: come le Antille o i Caraibi. Perché patire il freddo? I sogni sono desideri, certo. Ma certe volte è bello che siano anche realtà. Non credete?

Scrivi il tuo commento
Tags: ...