L’Unione europea chiede di riaprire le frontiere

L'apertura è approvata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie

0 commenti
Rate this post

Si riaprono le frontiere europee, quello della riapertura è un enigma difficile per l’Unione Europea, in cui ogni paese sta prendendo le proprie decisioni sull’apertura dei confini senza seguire linee guida chiare e unificate. L’Italia, ad esempio, ha già aperto i confini all’interno dell’Unione Europea, mentre altri come l’Austria li hanno solo parzialmente aperto ad alcuni paesi, La Spagna riaprirà i confini il prossimo 21 giugno. L’Unione europea ha parlato della questione nei giorni scorsi, ritenendo che non vi sia motivo di attendere oltre l’apertura delle frontiere a tutti i cittadini dell’area Schengen. L’esecutivo comunitario cerca di ripristinare la normalità e ha presentato una relazione che incoraggia i paesi membri a porre fine ai controlli alle frontiere interne per consentire la libera circolazione dallo scorso 15 giugno.

La riapertura è sostenuta dal Centro europeo per la prevenezione e il controllo delle malattie (ECDC), che non vede alcun motivo per continuare a limitare la libera circolazione tra i paesi europei di fronte al forte calo del numero di contaggi e decessi.

Con così poco tempo, è difficile per i paesi che non avevano in programma di aprire le frontiere il 15 giugno, cambiare i loro piani in tempo. Per questo motivo, l’esecutivo della comunità è flessibile e indica comprensibilmente che alcuni paesi potrebbero impiegare una settimana o due in più per la riapertura delle frontiere interne all’interno dell’UE.

Quasi tutti i governi hanno confermato di aver ricevuto la proposta dalla Commissione europea ma che la decisione di revocare i controlli è di competenza nazionale e che si baserà su criteri sanitari.

Tutto indica che saremo in grado di viaggiare in Europa a partire da questa seconda quindicina di giugno, poiché queste raccomandazioni aumentano senza dubbio la pressione sui paesi che volevano aspettare per riaprire i loro confini in un secondo momento, compresa la Spagna.

Scrivi il tuo commento

0 Commentaires

Qu'en pensez-vous?