ITINERARI: I LUOGHI DELLE FAVOLE

0 commenti
Rate this post

Un libro, una storia, un sogno. LogiTravel Italia, l’agenzia di viaggi online specializzata in crociere, pacchetti vacanze e hotel al mare, propone un viaggio che concretizza magie e scenari favolosi: dalla Germania alla Cornovaglia, atmosfere incantate sulle orme dei miti delle favole.

La Strada delle Fiabe (“Märchenstraße“) è senz’altro tra le più suggestive al mondo: 664 chilometri di paesaggi e luoghi dei fratelli Grimm. Atmosfere romantiche invece, si trovano in Danimarca, la patria di Andersen e poi ancora, la Cornovaglia terra di Re Artù e la Svizzera, paese natale di Heidi.

Per maggiori informazioni, consulta il sito internet: http://www.logitravel.it

Germania: e la sua strada delle favole
Strada delle Fiabe congiunge Brema ad Hanau e regala ben 664 km di racconti fatati. A Brema, cuore della Germania di nord-ovest, ogni anno, da maggio a settembre, rivivono le rappresentazioni all’aperto de I Quattro Musicanti di Brema, la fiaba dei Fratelli Grimm.
A sud-est di Brema, si annida Hameln, città de Il Pifferaio Magico. Per richiamare questa favola la città ogni domenica da maggio a settembre, dalle ore 12, offre uno spettacolo al Giardino Civico (Hameln Pied Piper) seguito da giochi.
Per incontrare Cenerentola ci si deve spostare poco più a sud, a Polle, dove spuntano le possenti e suggestive rovine del Castello rinascimentale, dal cui belvedere si cattura un panorama strepitoso sulla valle del Weser.
Sempre in fatto di castelli e principesse, un’altra tappa fiabesca è Hofgeismar, con il Castello di Sababurg, tra le cui mura prende le mosse la storia della Bella Addormentata.
Tra tante fiabe, non poteva mancare Cappuccetto Rosso, la cui protagonista si aggira ancora nei fitti boschi di  Schwalmstadt.

Albergo a Brema, 42 euro a persona. Horner Eiche, 3* stelle. Situato in una zona tranquilla di Brema, l’hotel dista tuttavia solo pochi minuti con i mezzi pubblici dal vivace centro città, con i suoi numerosi bar, ristoranti, discoteche, negozi e svariate possibilità di svago.

Albergo a Hameln, 59 euro a persona. Zur Krone, 3* stelle. L’edificio con telai in parte rivestiti in legno risale al 1534 ed è patrimonio artistico, la struttura annessa che si trova alle spalle è del 1975.

Odense: la città delle favole
La città delle favole e di Hans Christian Andersen, al quale sono dedicati un museo e un centro ludico pieno di magia. La città e i dintorni offrono panoramiche gite in battello o a bordo di  pedalò a forma di cigno. Se siete alla ricerca del Brutto Anatroccolo o della Principessa sul pisello, li troverete tutti al Fyrtoejet, il centro ludico attiguo al museo di H.C. Andersen.

Albergo a Odense, 44 euro a persona. Ansgar Odense Hotel, 3* stelle. Affascinante hotel tradizionale sorge nel centro cittadino, circondato da incantevoli stradine con negozi, ristoranti, aree verdi e aree pedonali

La Cornovaglia e la leggenda di Re Artù
Secondo la leggenda, a Tintangel vi nacque Re Artù. Del King Arthur’s Castle, fatto costruire probabilmente dal figlio illegittimo di Enrico I rimangono solo le rovine. Molto frequentata dai turisti è la spiaggia vicina al castello. Famosa è anche la grotta tra le scogliere, che si dice fosse abitata da Mago Merlino. Poi si può visitare la King’s Arthur Hall per vedere la ricostruzione della Tavola Rotonda e di Re Artù e assistere ad una suggestiva rappresentazione degli episodi salienti della sua vita. A Bolventor (35 minuti da Tintagel) si trova la Jamaica Inn, da dove parte una passeggiata che conduce al lago Dozmary Pool. Lago in cui Re Artù ricevette Excalibur, dalla misteriosa dama del lago e dove si narra che la spada fu gettata alla morte del re e presa da una mano spettrale uscita dall’acqua che la trascinò sul fondo.

Albergo a Plymouth, 46 euro a persona. Jurys Inn Plymouth, 3* stelle. Situato nel cuore della città.

Maienfeld: sulle tracce di Heidi
Maienfeld, nonostante la sua fama ultracentenaria per l’ottimo vino Maienfelder, è ormai noto per essere il Paese di Heidi. In realtà Maienfeld non è altro che il paese dove la scrittrice, Johanna Spyri, aveva la casa di vacanza dei nonni e quella casa è diventata la casa-museo di Heidi, a Oberrofels, diventato ormai “Heididorf” (Paese di Heidi), località dove oggi si trova il Museo a lei dedicato. Se si vuole invece visitare la casa dove è stato girato il film, ci si deve spostare a St. Moritz, e prendere la funivia per Salastrains. In pochi minuti a piedi si arriva nei pressi della piccolissima casetta di legno, originale del 1792.

Albergo a Maienfel, 70 euro a persona. Swiss Heidi Hotel, 3* stelle. Situato situato all’entrata di Maienfield e a breve distanza a piedi dal centro di questo piccolo villaggio.

Scrivi il tuo commento
Tags: ...