IL VIAGGIATORE ITALIANO AI TEMPI DELLA CRISI

0 commenti
Rate this post

La crisi non spaventa gli italiani: questo è quanto emerge dai dati di LogiTravel Italia, che ha analizzato l’andamento delle prenotazioni di agosto e settembre. Infatti, nonostante l’incertezza economico-finanziaria si registrano segnali positivi rispetto al 2009. Segnali che fanno presagire una ripresa del settore turistico: le prenotazioni sono cresciute del 60% rispetto allo scorso anno. Come nel 2009, i singoli voli continuano essere, da parte dei turisti nostrani, la soluzione più richiesta così come le prenotazioni per i singoli hotel e, a differenza dell’anno scorso aumentano i pacchetti vacanza e le crociere. Da rimarcare l’incremento del numero delle notti: soggiorni di quasi una settimana nel 2010 a differenza dei quasi 5 dell’anno passato.  Si nota, inoltre, una maggiore attenzione nello scegliere e prenotare la propria vacanza con grande anticipo, nel tentativo di assicurarsi il miglior prodotto a un prezzo più contenuto. Infatti, rispetto al 2009, la maggior parte degli italiani sceglie di prenotare con almeno tre mesi d’anticipo, già molti di loro stanno pensando alle vacanze di natale. Le mete europee rimangono tra le destinazioni turistiche più richieste dagli utenti di LogiTravel Italia: Spagna e Italia si contendono le fette più grandi con rispettivamente con 42,56% e il 22,66% di prenotazioni ad agosto. A settembre, invece, si registra un cambio di preferenze, questa volta con l’Italia a farla da padrona sulla Spagna e in più si registra l’entrata dei Paesi del Nord quali la Germania e la Svezia.

 

Scrivi il tuo commento
Tags: ...