Marocco: il Regno della Luce

0 commenti

Chilometri e chilometri di costa con piccole e incantevoli spiagge, deserti con grandi dune dove è possibile praticare varie attività, una gastronomia assolutamente squisita, alloggi unici, un ricco patrimonio storico e culturale… e tutto con un forte impegno per la sostenibilità! Tutto questo e molto altro ti aspetta in Marocco!

 

Sistemazioni originali

 

Il Marocco offre un’ampia varietà di alloggi in immergerti completamente nella cultura arabo-moresca, come riad e kasbah, case o piccoli palazzi dalla tipica architettura e decorazione marocchina, con splendidi cortili interni che rendono il soggiorno indimenticabile e davvero unico.

 

Se vuoi vivere l’incredibile esperienza di dormire sotto le stelle in mezzo al deserto, il Marocco ti offre diverse possibilità di dormire in tende situate tra le dune con tutti i comfort necessari. Questa attività può essere svolta nei deserti di Agafay e Merzouga, dove le guide locali ti forniranno informazioni dettagliate sul cielo notturno e ti delizieranno con i tipici sapori amazigh della zona.

Deserti di Agafay

 

Artigianato tradizionale

 

Per continuare a scoprire la cultura del Paese, è essenziale esplorare il suo artigianato, che si è evoluto dalla semplice produzione di beni di prima necessità alla creazione di elementi di design, molto apprezzati dai turisti, come gli articoli in pelle, i tappeti, i gioielli, le ceramiche o il ferro battuto, tra i tanti.

Artigianato

 

Tra i mestieri più importanti e antichi c’è la concia e la lavorazione del cuoio nelle tipiche concerie di Fez. Il laboratorio più famoso è quello di Chouwara, con i suoi grandi pozzi colorati, una delle immagini più caratteristiche della città.

 

Storia e cultura

 

Il patrimonio storico, culturale e artistico del Marocco è tra i più ricchi del mondo. L’intera città di Rabat è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, grazie alla grande bellezza di attrazioni come il Mausoleo di Mohammed V, la Torre Hassan e il sito archeologico di Chellah, tra gli altri.

Museo Mohammed V

 

A Tetuán, anch’essa dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, spicca il suo Museo Archeologico, con collezioni preispaniche e preislamiche che ti permettono di conoscere la storia della regione. Davvero interessante!

 

Altri musei di spicco sono il Museo Villa Harris a Tangeri, con molteplici opere di artisti internazionali come Jacques Majorelle; il Museo Dar Batha a Fez, con pezzi di artigianato popolare; e il Museo Nazionale di Musica Dar Jamaï, dove è possibile immergersi nella musica africana, una delle espressioni culturali più ricche e importanti del Paese.

 

Ti consigliamo inoltre di partecipare a uno dei tanti eventi che si svolgono durante tutto l’anno, come il Tan-Tan Moussem, dove più di 30 tribù del sud si riuniscono per un grande raduno di corse di cammelli, musica e danza. Questo evento è stato dichiarato Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità nel 2008 ed è un’esperienza super divertente.

 

Gastronomia

 

La cucina marocchina è molto diversa dalla cucina europea, il che la rende molto affascinante per i visitatori. Si basa su un mix di sapori unici e molto caratteristici. Il couscous e il tajine, a base di carne e verdure in umido, sono due delle ricette più tradizionali.

Couscous

 

La harira è una zuppa tradizionale a base di verdure che viene solitamente consumata durante il Ramadan, la bissara è un purè di fagioli semplice ma profondamente radicato nella cultura culinaria e la bastela è una pasta sfoglia ripiena di carne e verdure. Una vera delizia!

 

Non andartene senza aver prima assaggiato i loro dolci iconici come la chebakia, fatta di farina, uova, burro e noci tostate; e i briwat, pasticcini ripieni di arachidi e dulce de leche che non ti lasceranno indifferente.

 

Sostenibilità

 

Oggi, il Marocco è uno dei Paesi leader nel turismo sostenibile. La sua ampia varietà di paesaggi, spiagge, montagne, deserti e centri urbani, è mantenuta con assoluta responsabilità ecologica.

 

Per promuovere l’impegno ambientale nel settore turistico, il governo marocchino ha creato alcuni marchi, come “Chiave verde” per gli hotel o “Bandiera blu” per le spiagge, che certificano la responsabilità ambientale degli spazi che ricevono tale riconoscimento.

 

Uno dei notevoli risultati in Marocco in questa linea sostenibile è la creazione di impianti di trattamento delle acque reflue in diverse città, come Agadir, Rabat e Marrakech, per irrigare spazi verdi e campi da golf.

 

Ti abbiamo convinto? Prenota ora il tuo prossimo viaggio in Marocco!

Scrivi il tuo commento

0 Commentaires

Qu'en pensez-vous?