A Rio de Janeiro a Capodanno il bianco è d’obbligo

0 commenti
Rate this post

E dopo il Capodanno in Italia, in Europa e la caccia dei saldi sempre nel vecchio continente… Oggi, ritorniamo a parlare di Capodanno, ma questa volta ce ne andiamo al caldo, nella meta per eccellenza: Rio de Janeiro. 

Il Brasile è pieno di riti, scaramanzie e dress code. Cominciamo da quest’ultimo, la tradizione vuole che ci si vesta di bianco, simbolo di pace e di armonia. Alcuni scelgono di indossare il colore simbolo di quello che desiderano per l’anno successivo: il rosso per la forza e la passione, il giallo per i soldi e la prosperità, l’arancio per il successo, il blu per armonia e tranquillità, il verde, infine, per speranza, salute ed equilibrio.

Se vi trovate nella famosa spiaggia di Copacabana o di Ipanema, allo scoccare della mezzanotte dovrete saltare 7 onde sul bagnasciuga. Il rituale rende omaggio a Yemanjá, l’orisha (divinità) che protegge i mari e i bambini. Sette è il numero della cabala, rappresentato da Exu, figlio di Yemanjá, e i sette salti servono per aprire le strade. Secondo la tradizione, per guadagnarsi la fortuna nell’anno che verrà, non si possono voltare le spalle dopo aver reso omaggio alla Dea del Mare.

A chi desidera un anno nuovo con molti soldi in tasca, si consiglia di succhiare sette semi di melograno durante il conto alla rovescia prima della mezzanotte, e di avvolgerli poi in un pezzo di carta da tenere nel portafoglio insieme al denaro. Il risultato è garantito… dicono.

Scrivi il tuo commento
Tags: ...