PARTY A DUBLINO CON SAN PATRIZIO

0 commenti
Rate this post

Più stravagante e dinamica che mai, ha vissuto la sua bella crisi e ha imparato: è questo il momento migliore per visitare Dublino, tra voli low-cost e prezzi calmierati a misura di single. L’anticonformista capitale irlandese, con il suo inconfondibile friendly appeal, conquista tutti e soprattutto gli under 30. Respirarne l’atmosfera è facile. Basta aggirarsi tra le strade del centro durante il St. Patrick’s Festival, che sta all’Irlanda come San Gennaro a Napoli (dal 16 al 20 marzo, www.stpatricksfestival.ie): parate, caroselli colorati, montagne russe, serate e cacce al tesoro letterarie, concerti folk e gli immancabili fiumi di Guinness garantiranno divertimento tout court.

Più sobrio e intellettuale, il Dublin Book Festival (dal 2 al 6 marzo al City Hall e altri luoghi, www.dublinbookfestival.com) propone il meglio della letteratura irlandese contemporanea. La terra d’altronde è quella natia di George Bernard Shaw, Oscar Wilde, James Joyce e Samuel Beckett. A proposito, da non perdere anche il Writer’s Museum (www.writersmuseum.com). Dopo la cultura, il palato fa festa nel Chapter One, ristorante très chic amato da Al Pacino, che delizia con terrine di foie gras e maiale di Tamworth in salsa di Madeira (18-19 Parnell Square, tel. 00353.1.87.32.266).

Scrivi il tuo commento
Tags: ...