Località balneari 2013: le reginette di quest’anno

0 commenti
Rate this post

Non solo belle. Ma green, rispettose dell’ambiente, etiche. Legambiente e Touring Club hanno stilato la loro personale classifica, ovvero le 15 località balneari del Bel Paese che hanno saputo puntare sull’ecoturismo con risultati assolutamente degni di nota. A questi posti è spettato un riconoscimento non da poco: le 5 Vele della Guida Blu.

Sono le spiagge delle isole nostrane a conquistare i primi due gradini del podio: la reginetta di bellezza estiva del 2013 è la sarda Posada, una delle zone più suggestive della costa orientale della Sardegna, in provincia di Nuoro. Segue, a poca distanza, la siciliana cittadina di Santa Maria Salina, in provincia di Messina. Le motivazioni sono semplici: Posada vanta, oltre a bellissimi arenili, anche spazi aperti incantevoli, dove la natura selvaggia cede il passo a bellissimi monumenti, come il Castello di Fava, datato 14esimo secolo. Non è da meno Santa Maria che, con la sua posizione alle pendici della Fossa delle Felci, offre scenari paesaggistici da sogno.

La medaglia d’argento va a Pollica, località campana del Cilento, in provincia di Salerno, con i suoi borghi marinari ricchi di fascino.

Seguono Castiglione della Pescaia (Grosseto), la “caraibica” Villasimius (in provincia di Cagliari) e San Vito Lo Capo, meravigliosa località in provincia di Trapani situata all’estremità del Capo Omonimo, sulla punta di un promontorio che si affaccia su Golfo di Castellammare.

E ancora Capalbio (Grosseto), Baunei (nella sarda provincia dell’Ogliastra), Ostuni, nel cuore della riviera dei Trulli in Puglia e Bosa, in provincia di Oristano. Segnatevi anche gli ultimi cinque nomi che chiudono la top 15, ovvero Melendugno (Lecce), Vernazza (una delle rinomate Cinque Terre in provincia della Spezia), Otranto (Lecce), Maratea (l’unico sbocco sul mare Tirreno della Basilicata) e Nardò (Lecce): si tratta, in tutti i casi, di località d’eccezione. Ideali per le vostre vacanze all’insegna del mare, della natura e del rispetto ambientale.

Scrivi il tuo commento
Tags: ...